Dott. Stefano Veglio Dermatologo


Vai ai contenuti

Attività

Principali campi di attività

Trattamenti estetici di ringiovanimento



Si tratta di tecniche che mirano a contrastare il foto-invecchiamento migliorando il trofismo cutaneo, livellando le rughe e cercando di aumentare il contenuto di collagene e mucopolisaccaridi a livello dermico. Tra le tecniche da me utilizzate vi sono iniezione di fillers a livello degli strati medi della cute (agarosio, acido ialuronico, collagene) e alcune metodiche che si avvalgono peeling chimici, assai utili per migliorare lo stato della cute, donando luminosità e maggiore compattezza.


Trattamento di eliminazione delle macchie cutanee



Molto spesso la nostra cute si macchia per l'esposizione ai raggi solari o per fenomeni relativi a sbalzi ormonali o a stimoli farmacologici. La cura di questi inestetismi non è semplice e le creme schiarenti utilizzate in passato sono state soppiantate da trattamenti che mirano a smantellare gli eccessi di melanina superficiali o dermici cercando poi successivamente di impedire la loro nuova formazione. Non esiste una sola tecnica che serva a questo scopo ma gli approcci più innovativi prevedono cure sequenziali ed integrate che sinergizzano la loro azione per raggiungere più rapidamente il risultato voluto. Laserterapia foto-termo-selettiva, crioterapia, peeling chimici a diversa profondità, dermolisi con radiofrequenza sono le metodiche che possono più frequentemente essere usate con buona soddisfazione da parte dei pazienti.


Peeling chimici superficiali e profondi



Queste metodiche sono ormai in costante e progressivo miglioramento Il loro scopo è quello di raggiungere i diversi strati della cute allo scopo di migliorarne lo stato, togliendo i depositi melaninici o riducendo rughe o depositi fibrosi. Il tradizionale utilizzo dell'acido glicolico è stato ormai affiancato e in molti casi superato da nuovi composti con maggiore efficacia e maneggevolezza, quali gli acidi salicilico, tricloroacetico, piruvico e azelaico. Il paziente deve essere inizialmente attentamente controllato per valutarne il tipo di pelle; ogni trattamento deve essere preceduto da una preparazione a base di sostanze che aprono gli spazi tra le cellule cornee, assottigliando le strato più superficiale, e permettendo al peeling di essere più efficace non fermandosi troppo in superficie.


Monitoraggio computerizzato dei nei cutanei



Attraverso un dermatoscopio digitale è possibile fissare l'immagine di un neo cutaneo e confrontarla con un controllo successivo. Questa metodica consente pertanto un controllo preciso e dettagliato di tutti gli aspetti del neo e dei parametri dermoscopici che forniscono informazioni preziose sulla eventuale malignità del neo. La formazione del dermatologo su questa particolare tecnica avviene mediante Masters organizzati da centri universitari: personalmente ho partecipato a numerosi stages specialistici (l'ultimo nell'estate 2011 organizzato dalla Clinica Universitaria di Modena).


Eseguo inoltre nel mio studio:

Interventi chirurgici estetici per nei e lesioni cutanee

Test per le allergie alimentari

Test per le allergie da contatto

Cura della calvizie e delle perdite di capelli




Torna ai contenuti | Torna al menu